Spoleto, cosa fare per avere una “Vita indipendente”: benefici per le persone disabili

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Progetto Vita indipendente

SPOLETO – Il Comune di Spoleto, come capofila della Zona Sociale n. 9, ha emanato un avviso pubblico per la selezione per l’accesso ai benefici concessi per i progetti per la vita indipendente a favore delle persone con disabilità.

L’avviso prevede il finanziamento di progetti personali per la promozione della massima autonomia possibile attraverso la realizzazione di percorsi assistenziali ad impatto possibilmente decrescente e l’utilizzo di soluzioni personalizzate, anche in regime di co-housing, in piccoli gruppi di massimo tre persone.

Il contributo per la realizzazione del progetto di “vita indipendente” è concesso per “Assistente personale”, “Abitare in autonomia”, “Inclusione sociale e relazionale” e “Domotica”; la durata del progetto non può superare il termine massimo del 31 maggio 2022.

L’avviso è aperto fino all’esaurimento delle risorse disponibili e l’istanza può essere presentata esclusivamente dalla persona con disabilità, o da chi la rappresenta legalmente, tramite raccomandata a/r (Comune di Spoleto – direzione Servizi alla persona – Via San Carlo 1 e 3 – 06049 Spoleto PG), via PEC all’indirizzo comune.spoleto@postacert.umbria.it oppure a mano, previa richiesta di appuntamento.

Per la presentazione della domanda è necessario utilizzare la modulistica predisposta che si può scaricare sui siti istituzionali dei Comuni della Zona Sociale n. 9 (Spoleto, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi e Giano dell’Umbria).

Per informazioni e supporto nella compilazione della domanda è possibile contattare l’Assistente Sociale referente al seguente numero telefonico 0743.218518.

Articoli correlati

Commenti