Magione, inaugurato a Casa Serena il giardino dei cinque sensi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

MAGIONE – Inaugurato il Giardino dei cinque sensi vicino all’edificio che ospita la casa di accoglienza per anziani Casa Serena, gestita dalla Fondazione Zefferino Rinaldi. Circa 450 metri quadri di area verde posta al centro del paese che, grazie ad un importante progetto di riqualificazione curato dall’agronoma Martina Pedrazzoli e dall’architetta Serena Fabretti, ha reso fruibile agli ospiti della struttura l’antico giardino in stile liberty.

Nell’area sono stati realizzati interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche per la fruibilità alle persone diversamente abili, ad azioni terapeutiche, ricreative, psicomotorie ed educative. Il tutto progettato per consentire un miglioramento delle condizioni sia cognitive che motorie andando a stimolare tutti e cinque i sensi.

Lo spazio ruota attorno ad una fontana intorno a cui sono collocate sedute e un gazebo che favoriscono l’incontro delle persone in un’area verde in cui sono presenti alberature, alternate in base all’aspetto cromatico e al susseguirsi delle stagioni, per dare una percezione visiva sempre nuova. Due tipi di orto completano il progetto: uno a terra e uno sospeso. Il giardino con frutteto e orto sarà poi a disposizione delle scuole per attività didattiche e della cittadinanza per rinsaldare il legame tra generazioni tra famiglie e ospiti in un ambiente profumato e colorato che stimola i sensi. Il giardino è completato da una speciale pavimentazione per evitare i rischi di scivolamento; un corrimano a struttura doppia e, infine, una scultura, un “Angelus novus” di Sestilio Burattini.

 

 

 

Articoli correlati

Commenti