Diritto allo studio: accordo tra UniPg e Unione italiana ciechi

Condividi su facebook
Condividi su twitter

PERUGIA – Firmato dal Rettore di UniPg Maurizio Oliviero e dal presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS (U.I.C.I.), Maurizio Sbianchi, l’accordo di durata biennale che vede l’impegno congiunto dell’Ateneo e dell’U.I.C.I. per coordinare e potenziare i servizi destinati alle studentesse e agli studenti con disabilità visiva, mediante iniziative, azioni e interventi volti a favorire l’inclusione delle studentesse e degli studenti ciechi e ipovedenti in ambito universitario.

“Il diritto allo studio è il tema centrale del nostro impegno a favore di studentesse, studenti, comunità accademica e territorio” ha dichiarato il Rettore Oliviero “Per questo, ringrazio sentitamente il Presidente Sbianchi per la preziosa opportunità che ci ha donato, attraverso la collaborazione con l’U.I.C.I., di tutelare in modo ancora più pervasivo ed efficace il diritto, per tutte e tutti, di accedere a una formazione accademica di qualità che garantisca un futuro migliore alle nostre giovani e ai nostri giovani”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche da parte dalla prof.ssa Mirella Damiani, coordinatrice per l’Università del Servizio di supporto a studenti con disabilità e/o DSA, per la quale “il percorso di inclusività intrapreso in l’Ateneo dimostra quanto possa essere efficace la sinergia tra interlocutori istituzionali e associazionismo, permettendo di realizzare azioni concrete, finalizzate allo sviluppo delle potenzialità di ciascuno”. Tra le azioni realizzabili grazie all’accordo, segnala la professoressa, “le attività di cooperazione per le attività di tutorato rivolte alle studentesse e agli studenti ciechi e ipovedenti, anche beneficiando di attività formative specifiche rivolte ai tutor ed effettuate dall’U.I.C.I. Altrettanto importante sarà la cooperazione finalizzata ad adottare misure personalizzate per una migliore fruizione delle lezioni in aula e online.

La collaborazione consentirà di migliorare l’accessibilità dei libri di testo e del materiale di studio, così da renderli utilizzabili con software specifici di lettura. Infine, ma non da ultimo, l’obiettivo sarà quello di favorire una maggiore autonomia e orientamento nella fruizione degli spazi universitari. L’Ateneo potrà acquisire grazie alla presente Convenzione una documentazione utile per eventuali finalità di studio, ricerca e progettazione sui temi inerenti l’accessibilità e l’inclusione.

”Una preziosa collaborazione tra U.I.C.I. e l’Università degli Studi di Perugia” queste le parole del Presidente Maurizio Sbianchi “che assicura alle studentesse e agli studenti con disabilità visiva un percorso universitario accessibile che ponga le basi per la piena inclusione dei nostri giovani ciechi e ipovedenti nel mondo del lavoro e nella società civile”.

Articoli correlati

Commenti