Narni crocevia della narrazione fotografica con la sesta edizione di “Narnimmaginaria”

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Narnimmaginaria loc 2021

NARNI Torna da domani (23 ottobre) al primo novembre a Narni, “NarnImmaginaria”, festival di fotografia promosso dall’associazione SATOR e il Comune di Narni. Questa sesta edizione coinvolgerà il borgo medievale in una serie di eventi tra esposizioni, incontri, presentazioni di libri e spettacoli nelle location del Complesso Monumentale di San Domenico e nella sala Digipass di palazzo dei Priori.

Una full immersion nell’arte della fotografia, intesa quale universo che indaga il labirinto della nostra società, narrato però attraverso dei “paesaggi umani” in cui si incrociano le storie dei diversi protagonisti.

Sabato 23 ottobre si inizia alle ore 12.00 al complesso San Domenico con l’inaugurazione delle mostre alla presenza di Lorenzo Lucarelli (assessore alla Cultura del Comune di Narni), Lorenzo Lucarelli, Nadia Cianelli (delegato Regionale FIAF), Vinicio Drappo e Fabio Moscatelli (fotografi e i membri della commissione Giuria Circuito OFF). Alle ore 15.00 alla ex Casa del Popolo si terrà la presentazione del libro “Breve sogno eritreo di Tekle Mandar” di Pino Ninfa. Dialoga con l’autore Luciano Zuccaccia (curatore dell’opera). Alle ore 16.00 presentazione del libro “Epifanie, l’altra fisica del paesaggio” di Tina Cosmai. Dialoga con l’autore Loredana De Pace (curatrice dell’opera). Alle 17.00 talk “Viaggio in una periferia emotiva” con il fotografo Fabio Moscatelli; seguirà la presentazione della fanzine “Shattered Crystals” di Paola Burla. Alle ore 21.00 si chiude con “Sulle tracce della spiritualità”, performance di musica e fotografia con Dimitri Grechi Espinosa (sax tenore, riverbero) e Pino Ninfa (fotografie).

Domenica 24 ottobre alle ore 10.00 alla sala Digipass Letture portfolio Premio SATOR / LETTORI: Massimo Mazzoli (lettore/docente FIAF), Stefano Mirabella (fotografo/docente OF), Fabio Moscatelli (fotografo/docente OF), Pino Ninfa (fotografo). Alle ore 15.00 presentazione di “La naturale forma”, libro di Carlo Panza. Dialoga con nl’autore Massimo Mazzoli (lettore/docente FIAF). Alle 16.00 presentazione di “Diario stenopeico 2020”, libro di Gianfranco Lunardo. Alle ore 17.00 si passa al talk “Incontro con la fotografia” di Vinicio Drappo e Stefano Mirabella.

Domenica 31 ottobre alle ore 10.00 al Complesso di San Domenico sarà la volta di “NarnImmaginaria SlowPhotoWalk”, prima maratona fotografica analogica.

Le mostre (visitabili fino al primo novembre)

“Il tempo” di Daniela Giannangeli (Autore dell’anno FIAF 2019 Regione Umbria). In esposizione il racconto della famiglia dell’autrice: il quotidiano del padre e della madre, in un periodo della loro vita in cui assisto al ritorno dei ricordi del passato insieme al desiderio di condurre la vita di sempre e all’ inquietudine di chi sente il tempo sfuggente. “Le mie foto sono un atto d’amore nei loro confronti”.

“Lessico famigliare” di Federica Zucchini (Autore dell’anno FIAF 2020 Regione Umbria). In esposizione il racconto semplice e spontaneo di una madre che affonda le proprie radici nel terreno dissodato della sua famiglia. Un racconto silenzioso, fatto di gesti di bambini che crescono come gli asparagi selvatici, di geografie, di stagioni, di memoria incessante e ricerche senza fine. Un canto d’amore. Chi racconta è dunque donna e madre: si perde e si ritrova tra nuvole di desideri, fabbrica ricordi con devota perseveranza, custodisce dentro ampolle di vetro trasparente il mistero insondabile dei figli e tiene aperto per loro un orizzonte di mondo.

NarnimmaginariA

In mostra anche i lavori selezionati tra i tanti partecipanti alla call “Attraversando paesaggi umani”, selezionati dalla commissione composta da Vinicio Drappo, Stefano Mirabella, Fabio Moscatelli: “Io Me” di Paola Burla, “Manikins” di Tina Cosmai, “REM” di Vittorio Faggiani, “La lunga strad” di Luca Faranfa, “Fer,arsi a contemplare” di Paolo Gilioni, “Limbo” di Carlo Panza, “Na Cl” di Roberto Scordino, “Da lontano” di Federica Zucchini. Infine, al Digipass, sarà possibile ammirare i lavori fotografici dei soci SATOR Maria Francesca Bottari, Iole Bovari, Riccardo Cattani, Pierclaudio Duranti, Federica Lazzari, Luigi Loretoni, Gianfranco Lunardo, Teresa Mancini, Mauro Nori, Stefano Petrucci, Roberto Pileri, Stefano Rossini, Emanuele Squizza.

Articoli correlati

Commenti