Convenzione: tirocini degli studenti della Stranieri nelle strutture regionali

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

PERUGIA – È stata sottoscritta a Palazzo Donini una convenzione tra la Regione Umbria e l’Università per Stranieri di Perugia che consentirà lo svolgimento di tirocini curriculari, di formazione e orientamento, degli studenti dell’Ateneo negli uffici regionali. A firmare il documento la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, e il Rettore dell’Università per Stranieri, Valerio De Cesaris.

L’accordo, che avrà una durata triennale, consentirà agli studenti dei corsi di laurea triennale e magistrale dell’Ateneo di svolgere esperienze di formazione e orientamento negli uffici locali della Regione Umbria e la rappresentanza regionale dell’UE a Bruxelles.

“Un atto di grande rilevanza poiché dà attuazione concreta a un percorso di formazione universitaria strettamente collegata al mondo del lavoro” ha detto la presidente Tesei che, nell’esprimere soddisfazione e apprezzamento, si è congratulata con il rettore De Cesaris per “i magnifici risultati” ottenuti dall’Ateneo, classificato come secondo italiano per capacità di attrazione di studenti internazionali, e il primo fra quelli pubblici, dall’elaborazione compiuta dall’Osservatorio Talents Venture in base ai dati pubblicati dall’ultimo report dell’Ocse “Education at a glance 2021”, pubblicata sul Sole 24 ore.

“Con l’Università per Stranieri di Perugia, fra le migliori, riferimento importantissimo per l’Umbria – ha affermato la Presidente – la Regione ha stretto un forte rapporto di sinergia, volto alla crescita del sistema formativo e all’accrescimento delle opportunità formative e di lavoro dei nostri giovani e dei giovani che provengono da vari Paesi. In questa direzione va la possibilità di svolgere tirocini negli uffici regionali, esperienza che integra l’elevata formazione dei corsi universitari di Palazzo Gallenga con una prima esperienza nel mondo del lavoro”.

Per parte sua, il rettore della Stranieri Valerio De Cesaris ha sottolineato come “questa Convenzione rappresenti la comune volontà di lavorare per il rafforzamento del legame tra formazione e lavoro. Richiamo a riguardo la recente classifica nazionale del Sole 24 ore, che indica la Stranieri di Perugia come il primo ateneo statale per capacità di attrazione di studenti internazionali; ecco noi metteremo tale ricchezza a servizio del territorio, promuovendo la loro operatività presso gli uffici della Regione per favorire l’internazionalizzazione del territorio e la fidelizzazione all’Umbria di professionalità estere”.

In particolare, la Regione Umbria si impegna ad accogliere presso le proprie strutture gli studenti dell’Università per Stranieri di Perugia, dietro richiesta dell’Università o per propria iniziativa. Per ciascun tirocinante verrà predisposto un progetto formativo e di orientamento. Tirocini e stage potranno avere una durata variabile da due a dodici mesi.

Articoli correlati

Commenti