Romano Reggiani, attore e cantautore. Con lui concerto interattivo al Museo San Francesco di Montone

Condividi su facebook
Condividi su twitter

MONTONE – È un progetto inedito quello che il giovane attore e cantautore bolognese, Romano Reggiani, porterà sul palco del Complesso Museale di San Francesco, a Montone, sabato 30 ottobre, alle 21, per il primo dei sei appuntamenti gratuiti della nuova rassegna di spettacoli dal vivo “Performer in Umbria – PIU”, promossa dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale “Aurora” APS e realizzata con il sostegno dei fondi del “POR FESR Umbria 2014-2020 – Az. 3.2.1 – Avviso Pubblico per partecipazione Progetto Spettacoli dal Vivo”.

Un progetto che vedrà l’esecuzione, in anteprima, dei brani dell’album “Zattere” composto dallo stesso Romano Reggiani che si esibirà insieme alla sua band. “È il mio primo disco cantautorale in lingua italiana – racconta – che presenterò al pubblico solo in alcuni festival e rassegne sparsi per lo Stivale”. Per ora, infatti, l’artista 27enne non pensa a pubblicare il suo lavoro. “Chi vorrà ascoltare i miei brani – prosegue – potrà farlo solo partecipando ai concerti”. Una scelta voluta per “contrastare – spiega – questa frenesia commerciale che punta a rendere tutto disponibile ovunque”. 

L’obiettivo, invece, è quella di far vivere al pubblico, il più variegato, un’esperienza unica, fatta di musica e parole ma anche di interazione. “Mi piace l’idea che chi verrà ai concerti non saprà cosa aspettarsi – aggiunge – e io sarò lì ad osservare tutte le reazioni, a cercare di capire se c’è feeling. Voglio vedere se la mia musica sarà capace di colpire il pubblico, voglio che ci sia interazione. Voglio dar vita ad una sorta di dibattito musicale”. 

Insomma, un po’ un esperimento sociale per il giovane attore e cantautore bolognese che trae ispirazione dai testi di Francesco De Gregori e dalla musica di Bob Dylan. “Zattere”, come detto, è il titolo dell’album ma anche di una delle canzoni, “quella, cioè – dichiara -, che è un po’ il fulcro di tutto il disco”. “Ci siamo abituati a pensare di avere tutto sotto controllo – commenta spiegando il suo lavoro – in realtà, invece, siamo tutti su delle zattere in mare aperto e in balìa delle onde, stile ‘Cast Away’, e riusciamo a stare in piedi solo se siamo in grado di trovare il giusto equilibrio”. E proprio come per il riferimento a “Cast Away”, nei suoi brani sono continue le immagini e le citazioni che si rifanno alla musica, al cinema e alla letteratura. 

L’album “Zattere” che a Montone avrà un’anima più acustica, verrà poi presentato il 19 febbraio al teatro Concordia di Marsciano, per un altro degli eventi di “Performer in Umbria – PIU”. “In quel caso, però – annuncia -, il pubblico assisterà ad uno spettacolo con un assetto diverso, perché mi piace cambiare e proporre sempre cose nuove”. Anche se l’obiettivo dichiarato è sempre quello di arrivare all’animo delle persone. 

Intanto Romano Reggiani va avanti anche con la sua carriera di attore. “Il prossimo anno sarò il protagonista del film americano ‘Lamborghini – The Legend’ diretto da Bobby Moresco – anticipa -, mentre in questo momento sono impegnato sul set di ‘Viola come il mare’ e poi prenderò parte al proverrò sul generale Carlo Alberto Dalla Chiesa prodotto da Stand by me per Rai Fiction”. 

Articoli correlati

Commenti