UniPg, presentato a Terni il progetto “Green deal”: ai tirocinanti 600 euro mensili

TERNI –  Iniziamo con il dire a cosa serve e a chi è rivolto il progetto “Green Deal” presentato nei giorni scorsi a Terni, dipartimento di Ingegneria: l’obiettivo è promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio e del contesto socio economico umbro, attraverso la formazione di 3 figure professionali con competenze altamente innovative, a supporto delle imprese coinvolte nei processi di innovazione, sviluppo tecnologico e organizzativo:

Percorso formativo n. 1 “Tecnico superiore per l’efficientamento energetico degli edifici” – sede di Terni – gestisce Enfap – scadenza bando entro le ore 17 del 13 maggio 2022

Percorso formativo n. 2 “Esperto nella Progettazione strategica e nelle tecnologie a servizio di ambienti e città intelligenti” – sede di Terni – gestisce Api Servizi srl – scadenza bando entro le ore 17 del 13 maggio 2022

Percorso formativo n. 3 “Esperto in progettazione di sistemi di produzione e stoccaggio di energie rinnovabili” – sede di Perugia – gestisce Apiform srl – scadenza bando entro le ore 17 del 13 maggio 2022. Maggiori informazioni su questo corso: APIFORM srl, Via della scuola, 118 Perugia. Telefono 075/9661930 – e mail: info@apiform.it

https://confapiperugia.com/event/esperto-in-progettazione-di-sistemi-di-produzione-e-stoccaggio-di-energie-rinnovabili/

La compagine coinvolta nella gestione delle attività ha avviato i lavori di progettazione lo scorso anno rispondendo all’avviso pubblico di ARPAL Umbria “Percorsi formativi per il potenziamento delle competenze e l’occupazione” – SKILLS 2 – POR Umbria FSE 2014-2020 Asse I occupazione, ed elaborando, seguito di un’attenta analisi di mercato, una formula formativa capace di rispondere alle reali necessità di un settore fortemente in crescita, in quanto al centro di tematiche sempre più in ascesa 

Ogni corso è riservato a 15 allievi/e; disoccupati/inoccupati, iscritti ad uno dei Centri per l’impiego della Regione Umbria di età inferiore a 30 anni. 

Ciascun corso prevede una fase di formazione teorico/pratica ed un tirocinio curricolare all’interno di un’impresa della durata totale di 720 ore (6 mesi) per un impegno non superiore alle 8 ore giornaliere/120 ore mensili. Ai tirocinanti verrà riconosciuta una indennità mensile pari ad € 600,00; i tirocini si svolgeranno presso aziende localizzate nel territorio regionale. Al fine di promuovere l’iscrizione ai corsi gli organizzatori realizzeranno una serie di incontri tematici presso i plessi universitari di Terni e Perugia.

GLI INTERVENTI

Alla conferenza hanno partecipato i Stefano Brancorsini, Delegato del Rettore per Sede di Terni e Strutture distaccate, Ermanno Cardelli, direttore del Dipartimento di Ingegneria, Andrea Di Schino, presidente del corso di laurea in Ingegneria industriale sede di Terni, Paolo Verducci, Dipartimento di Ingegneria, Paola Nicastro, direttore di ARPAL Umbria, Mirko Ricci in rappresentanza dell’ATS che gestisce il progetto, Leonardo Pozzoli, Gruppo Free.

Brancorsini : “Questo progetto è l’ennesima dimostrazione di come le sinergie tra enti, in relazione anche con le aziende, portino beneficio a tutti gli attori coinvolti, nonché la dimostrazione della politica di potenziamento e miglioramento della presenza dell’Ateneo su tutto il territorio regionale”.

Cardelli: “Esiste una grande richiesta di tali figure professionali, specialmente in questo momento storico. Inoltre percorsi formativi in aula accompagnati da periodi presso le aziende, peraltro provvisto di rimborsi, costituiscono un’occasione da non perdere per i nostri giovani e le nostre giovani”.

Nicastro: “Si tratta di uno degli strumenti, con cui ARPAL Umbria, in linea con la strategia regionale, interviene per ridurre il divario tra la domanda e l’offerta di lavoro, aumentare l’occupazione e rendere il sistema regionale più competitivo. È fondamentale in tal senso orientare le politiche attive e la formazione alla domanda delle imprese”.

Ricci: “Le competenze innovative che i percorsi forniranno alle tre figure sono prerogativa di un cambiamento in atto. Riteniamo di elevata importanza la stretta collaborazione nata fra tutti i soggetti promotori, impegnati in prima linea, con ferma convinzione della buona riuscita, nella realizzazione del progetto Green Deal”.

Pozzoli: “La ricerca senza sosta di soluzioni innovative e la creazione di partnership solide e affidabili, hanno portato il Gruppo ad abbracciare questa iniziativa estremamente interessante e utile alla crescita dell’azienda e del settore. Il Gruppo Free, infatti, crede fortemente nell’utilità della formazione professionale e da sempre partecipa a questi progetti, inserendo nel proprio organico le figure professionali formate nel periodo di tirocinio in azienda”.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com