Mamma, la parola che sa di festa universale

Come vivoumbria.it fa nei giorni di festa che ci piace in qualche modo semplicemente sottolineare, oggi che in Italia la giornata è dedicata alla mamma, non c’è infatti una data univoca per tutti il Paesi seppure la parola mamma susciti un unico, immenso sentimento universale, ecco la poesia  Maternità di Ada Negri che esprime a nostro avviso la gratitudine profonda che una madre può suscitare.
********
MATERNITA’
di Ada Negri
Non sempre il tempo la beltà cancella
o la sfioran le lacrime e gli affanni
mia madre ha sessant’anni e più la guardo
e più mi sembra bella.
Non ha un accento, un guardo, un riso
che non mi tocchi dolcemente il cuore.
Ah se fossi pittore, farei tutta la vita
il suo ritratto.
Vorrei ritrarla quando inchina il viso
perch’io le baci la sua treccia bianca
e quando inferma e stanca,
nasconde il suo dolor sotto un sorriso.
Ah se fosse un mio prego in cielo accolto
non chiederei al gran pittore d’Urbino
il pennello divino per coronar di gloria
il suo bel volto.
Vorrei poter cangiar vita con vita,
darle tutto il vigor degli anni miei
Vorrei veder me vecchio e lei…
dal sacrificio mio ringiovanita!
*******************

Foto di copertina: Gustav Klimt, particolare de  “Le tre età della donna” (1905), Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com