Da Città di Castello Kretto, una collezione ceramica ispirata da Alberto Burri

CITTA’ DI CASTELLO – Un omaggio a Burri, al maestro che ha contribuito a far conoscere l’Umbria in tutto il mondo: è anche questo il senso della nuova collezione, realizzata dalla cooperativa Noi Ceramiche, di Città di Castello.

“Ci sentivamo di dover restituire qualcosa al Maestro e così ci siamo ispirati a ciò che l’ha consacrato al mondo: il Cretto. Una Collezione – spiega Lorenzo Giornelli, direttore commerciale e marketing di Ceramiche NOI – per ringraziare colui che è riuscito a portare la nostra regione in tutto il mondo, per la sua arte e manualità, Alberto Burri. È davvero un grande orgoglio poter annunciare una collezione così importante per la nostra azienda, NOI che soli 3 anni fa rischiavamo di non farcela e di perdere tutto: lavoro, dignità e futuro. Oggi invece siamo riusciti a creare un qualcosa di unico e speciale che ricorda “LUI” degli ultimi anni e che abbiamo avuto la fortuna anche di averlo come concittadino”.

“La collezione KreTTO” con la K da kéramos “terracotta” è un connubio del Nero profondo che da sempre è simbolo del Maestro e dell’Oro che rappresenta la qualità e l’eccellenza. Il tutto miscelato al Cretto all’altro simbolo di Burri.

Ceramiche Noi ha cercato di creare una sintesi tutta umbra, la genialità dell’illustre artista e la ceramica, portando l’arte sulle tavole, ma anche nell’arredo”.

Una collezione importante che sarà presentata ufficialmente al Fuorisalone di Milano a Giugno.

La cooperativa si lancia in una nuova avventura, nonostante le tante preoccupazioni per i rincari: “Affrontiamo questa crisi energetica – commenta Marco Brozzi, presidente di Ceramiche NOI – cercando di rilanciare l’artigianalità del Made in Italy. Abbiamo trovato la forza di ripartire mettendo in piedi, grazie alle nostre risorse finanziarie (Naspi e Tfr ), al supporto di Legacoop Umbria e della Cgil, un’azienda che è diventata il simbolo della resilienza. Abbiamo vinto contro la delocalizzazione in Armenia, abbiamo superato il Covid senza mai fermarci, e anche ora il nostro motto “Tutti per Uno e Un Sogno per Tutti”, impresso sulla nostra pelle, deve continuare a risuonare in azienda”.

“Siamo contenti – afferma Matteo Ragnacci, presidente di Legacoop Produzione e Servizi Umbria – che un’impresa che rischiava di chiudere ce l’abbia fatta. Grazie alla caparbietà dei propri dipendenti ha riconquistato i vecchi clienti, per il 90 per cento negli Stati Uniti, e si è rilanciata sui mercati anche su quelli del lusso Italiani, Israeliani e della Corea del Sud”.

Le creazioni presentate saranno accompagnate da Pezzi Unici fatti in collaborazione con l’amico e Artista Luca Baldelli che essendo Figlio d’Arte di chi “Il Cretto” lo ha visto nascere sotto i propri occhi (il padre ha infatti collaborato con il Maestro Burri stesso), ha accolto con gioia ed entusiasmo il progetto.

Una cooperativa che andrà avanti unita: da 11 soci ha raddoppiato il proprio capitale umano, infatti adesso può contare su 22 persone al proprio attivo. Il 2021 è stato l’anno della svolta per “NOI”di Città di Castello. Dopo il deposito del brevetto per il piatto antibatterico, i riconoscimenti al Festival di Cannes, con l’ideazione del premio Embrace Award (appunto il premio abbraccio che simboleggia la resilienza e la tenacia che durante la pandemia in tanti hanno invocato), importanti accordi commerciali e “ciliegina sulla torta” l’onore di essere premiati dall’università LUISS Guido Carli. Poi l’Expo a Dubai dove è stata presentata la Collezione su Raffaello.

Adesso una nuova sfida, e quella instancabile voglia di lottare per il proprio lavoro!

Naighi

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com