Giallo Trasimeno, stamani la presentazione della seconda edizione: tanti ospiti di rilievo

TUORO SUL TRASIMENO – Stamani, mercoledì 20 luglio alle ore 11 nella Sala Fiume di Palazzo Donini, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione dell’evento Giallo Trasimeno, Festival del libro giallo in programma da venerdì 22 a domenica 24 luglio a Tuoro sul Trasimeno e sull’Isola Maggiore.

Un festival che vuole continuare a ricoprire un ruolo di importanza culturale su scala non solo regionale ma anche nazionale; già nel corso della prima edizione, organizzata in pochi mesi come ricordato dall’amministrazione comunale di Tuoro, molti turisti erano accorsi nella nostra regione per questo attesissimo evento.

Si tratta di un progetto ideato da Marco Pareti e Jean Luc Bertoni, che ha come ambizione quella di focalizzarsi per tre giorni sul giallo ed i suoi variegati sottogeneri (dal poliziesco allo spionaggio, passando per il thriller). Nel prossimo weekend, infatti, il Lago Trasimeno sarà inondato da un colore differente dal solito. Le location sono l’affascinante centro storico di Tuoro e l’Isola Maggiore.

 

 

Pareti e Bertoni hanno ideato un evento i cui punti di forza sono genere e struttura di un programma creato per attirare un gran numero di persone, così da aumentare il numero degli ospiti di grido, offrire al territorio umbro una tre giorni di alta qualità e far risuonare il Festival, come detto, in chiave nazionale. “Il programma prevede circa quaranta presentazioni autoriali ed editoriali con ospiti di primo piano; una sezione dedicata ai Fumetti Gialli” – come ricordato da Marco Pareti – “la seconda edizione del concorso letterario a premi composto da tre sezioni; spettacoli teatrali a tema; un corso di scrittura di gialli, novità assoluta”.

Bertoni ha invece illustrato i grandi nomi presenti all’interno del programma (Luciano Garofano, Giampaolo Simi, Paola Barbato per citarne alcuni) e parlato del concorso, che “quest’anno vede la presenza del doppio dei partecipanti rispetto alla prima edizione, ma soprattutto la giuria che è passata da dieci persone a circa cinquanta. Ampio coinvolgimento di esperti del settore, a quanto pare il concorso si sta amplificando ed è stato una sorta di strumento per il territorio, che sarà vissuto in maniera piuttosto densa da coloro che verranno. Per l’anno prossimo vorremmo lavorare sulle scuole“.

Giallo Trasimeno è stato reso possibile dalle collaborazioni con la Pro Loco di Tuoro e quella dell’Isola Maggiore, oltre ad Europa Comunica, Bertoni Editore, il Comune di Tuoro, Urat e Gal Trasimeno-Orvietano.

 

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com