Cerca
Close this search box.

Stasera 18 maggio “Grazie”: monologo di Claudio Bisio tratto dal primo testo teatrale di Daniel Pennac

Per la nostra rubrica Da vedere in tv segnaliamo stasera, 18 maggio, il monologo teatrale “Grazie” su Rai 5 alle 21,15. Dopo il fortunato Monsieur Malaussène, Claudio Bisio e il regista Giorgio Gallione tornano a lavorare insieme in questo spettacolo. Si tratta del primo testo teatrale dello scrittore Daniel Pennac, pseudonimo di Daniel Pennacchioni.

“Grazie” è un surreale monologo nel quale Bisio interpreta uno scienziato pazzo e tenero, al quale viene assegnato un importante premio per l’insieme della sua opera. Nella tasca dello smoking il protagonista ha pronto un discorso che non leggerà, preferendo parlare a braccio e confessare alla platea di essersi preparato al momento esaminando i premi più celebri (Palme, Oscar, Orsi, Leoni) per fare apprendistato in vista della cerimonia del ringraziamento. Ed ecco lo studioso raccontare le molte insidie che una semplice parola può nascondere: c’è il ‘grazie’ confidenziale, quello trasgressivo, l’entusiastico, addirittura il ministeriale.

Alla fine lo scienziato Bisio-Pennac si convince che il ringraziamento è ‘un genere a sé’ e, in piedi davanti al pubblico, illuminato dalle luci della serata d’onore, commosso, stanco e felice grida finalmente il suo ‘grazie, grazie!’. Ma proprio questo grazie dà al premiato l’opportunità di ripercorrere le tappe della vita che lo hanno portato fin lì, partendo dall’infanzia avvelenata dall’odiato maestro Blamard, fino alle lunghe serate di solitudine negli alberghi. Claudio Bisio disegna una figura nevrotica e contorta di uomo confuso e al tempo stesso brillante, ironico e coinvolgente. Uno spettacolo esilarante, arricchito dal regista Gallione con siparietti musicali improntati allo swing nostrano e a silenziosi slow molto efficaci.

Lo spettacolo è andato in scena per la prima volta nel 2005 e registrato dalla Rai nel 2006.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com