Sulla mulattiera lungo il fosso di Castellone fra torri e chiese romaniche

FERENTILLO – In questi giorni di ottobre,  dove le temperature ancora ci permettono di effettuare escursioni in Valnerina, luoghi magici per la storia e la conoscenza di  centri  singolari, ricchi di chiese grandi e piccole, rocche e torri; un panorama mozzafiato ce lo offre la Valle del fosso di Riti nel territorio di Ferentillo.

Rocche e fortezze, torri e castellieri: un patrimonio della Valnerina da salvaguardare

FERENTILLO – I castelli, torri e rocche  della Valnerina fanno di questa parte della bassa Umbria un unicum per quanto riguarda la promozione e valorizzazione delle rispettive aree, che purtroppo soffrono di un inarrestabile spopolamento causato dall’abbassamento delle nascite e dall’emigrazione dai luoghi colpiti dal sisma, purtroppo a causa del ritardo della ricostruzione.

Precetto: il presepio affrescato da Perino Cesarei nella chiesa superiore di Santo Stefano

FERENTILLO – Dopo una visita al cimitero museo delle mummie a Precetto e’  immancabile varcare la chiesa superiore di Santo Stefano per godere della visione dello scenografico Presepio affrescato sul nicchione laterale all’altare maggiore. L’ altare e dedicato a San Giuseppe come e’ riportato da una tabella in stucco posta a capo dell’arco: DIVO JOSEPH.

Precetto: SoS affresco "Madonna delle rocce"

FERENTILLO – Si sta sbriciolando anche se e’ stato consolidato e restaurato da poco tempo con un contributo  del Gal (gruppo azione locale) l’affresco su roccia che si trova  nello sperone roccioso lungo il fosso di Castellone a località ”Lu strittu” a Precetto raffigurante Madonna col Bambino, da tutti conosciuto come ”Madonna delle rocce”.