Perugia: video promozionali per la riapertura di Borgo Bello

PERUGIA – Borgo Bello a Perugia, oltre ad essere uno dei luoghi di maggior pregio del centro storico per la storia che ha, significa per la città la dimostrazione che quando c’è unione, senso di appartenenza, solidarietà, voglia di fare, si risorge anche da situazioni di disagio e di degrado pesanti.

Un'aula espansa per la scuola dopo Covid-19: ecco l'idea dell'Isuc

In una nota dell’Isuc, Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea, Dino Renato Nardelli della sezione didattica propone un’idea per la scuola dopo il coronavirus: ovvero “un’aula espansa: luoghi fisici da programmare non solo per conservare memoria, ma per fare didattica; all’aperto o al chiuso, a godere degli ineffabili paesaggi che solo l’Umbria ha o a

Nuovo numero della rivista "Spoletium"

SPOLETO – Fresco di stampa, è già disponibile in libreria l’ultimo numero di “Spoletium” 2020 rivista di arte storia cultura edita dall’Accademia degli Ottusi di Spoleto.

Covid in Umbria: positivi invariati rispetto a ieri

Nessun positivo in più rispetto a ieri. E’ questo il dato rispetto alla pandemia in Umbria alla data di mercoledì 20 maggio: complessivamente 1.427 persone (invariato) in Umbria sono risultate positive al virus Covid-19, gli attualmente positivi sono 79(-2).

Lockdown e sessualità: aumento delle nascite? Se ne occupa l'Università

PERUGIA – Covid-19 e ripercussioni nella vita sessuale degli italiani: è questo lo scopo di uno studio epidemiologico multicentrico ideato ed in corso di realizzazione presso la Clinica Urologica interaziendale ad indirizzo Andrologico ed Uroginecologico, diretta da Elisabetta Costantini, professore Associato dell’Università degli Studi di Perugia.“Tutti gli aspetti della nostra vita quotidiana hanno subito modificazioni e forte è stato l’impatto

Tasse universitarie, affitti per i fuori sede e diritto allo studio: qualcosa si muove

Alessandro Melicchio, deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, Scienza e Istruzione alla Camera, è balzato agli onori della cronaca rispetto a migliaia di studenti, e relative famiglie, che devono pagare le tasse d’iscrizione all’università e canoni di affitto, da fuori sede, pur essendo rimasti fuori per un apio di mesi.