Piazza Sant’Agostino, recuperato e restaurato il salotto buono di Castel Rigone

PASSIGNANO SUL TRASIMENO – Terminate le opere di riqualificazione e pavimentazione di Piazza Sant’Agostino uno degli spazi più caratteristici di Castel Rigone che viene e verrà ancora utilizzata per le occasioni più significative che animano il borgo, come l’imminente Festival dei Giovani Concertisti in estate e i Mercatini di Natale a dicembre.

“Il borgo merita questo riqualificato spazio di vita e di cultura”, ha detto il sindaco di Passignano, Sandro Pasquali, ieri, giovedì pomeriggio, al momento del taglio del nastro per l’inaugurazione della rinnovata Piazza Sant’Agostino.

IL RECUPERO

Con un intervento di 220.000 euro l’area è stata trasformata con l’eliminazione della grande pianta centrale e la totale pavimentazione, ricorrendo all’uso di materiali locali come la pietra serena. La rimozione del grande albero si è resa necessaria perché le radici avevano creato dei rialzamenti dello strato bituminoso.

La progettazione dell’intervento, come spiegato dall’architetto Rubina Perugini, è stata preceduta da un ricerca storica basata sull’analisi dei documenti catastali antichi, quali il Catasto Chiesa settecentesco, il catasto Gregoriano ottocentesco e catasti comunali successivi. Studi da cui si è risaliti all’origine del nome della stessa piazza, legato alla presenza dall’antica Chiesa di Sant’Agostino, poi demolita perché in condizioni strutturali non sicure. 

“L’analisi – è stato spiegato nel corso dell’inaugurazione – ha portato ad individuare un segno storico importante, che era quello della chiesa, della sagrestia e dell’orto, che costituivano un brano edilizio contiguo che andava ad occupare gran parte della zona a sud dell’attuale piazza”. 

Da qui la scelta di ricorrere al mattone per delimitare i contorni dello spazio che un tempo doveva essere occupato dall’antica chiesa.

Da un punto di vista strettamente tecnico, il progetto ha previsto la rimozione di tutta la pavimentazione e la successiva manutenzione dei sottoservizi (illuminazione pubblica, rete fognaria, rete di adduzione dell’acqua, rete di distribuzione del gas). L’ultima fase è consistita nella ricostruzione della pavimentazione, ricorrendo come detto a blocchi di pietra serena e mattoni.

“Vogliamo considerare questo intervento solo un punto di partenza – ha dichiarato Francesco Carlani, consigliere comunale delegato a Castel Rigone -. E’ infatti volontà di questa amministrazione procedere con il recupero e la riqualificazione anche delle altre piazze, quali Piazza Rigone e Piazza Monterone”.

Concetto ribadito anche dal primo cittadino. “Non ci fermeremo a Piazza Sant’Agostino – ha affermato Pasquali -: Castel Rigone merita di crescere in attrattività attraverso la realizzazione di opere pubbliche come questa che si vanno ad aggiungere agli importanti investimenti privati. Questa è una giornata di rinascita e di sviluppo per il territorio”.

La cerimonia è stata allietata dalla musica della Filarmonica di Castel Rigone.

 

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com