Trasimeno Prog, stasera L’Estate di san Martino in concerto a Perugia

L'Estate di San Martino

PERUGIA – 25 agosto 2022. E’ il giorno di Trasimeno Prog 3 che a Perugia presenta  l’anteprima musicale che rafforza la collaborazione tra il Comune di Castiglione del Lago e quello del capoluogo, la rassegna poi il 26, 27 e 28 agosto tornerà nella sua sede storica di Castiglione. E dunque è anche il giorno di L’Estate di san Martino che di questa anteprima è protagonista. Per l’occasione, stamani su Spotify è stato pubblicato “Caleidoscopio” (AMS), il brano che annuncia “KIM”, quinto album della band che verrà presentato live stasera in anteprima nazionale ai Giardini del Frontone di Perugia alle ore 21,15. Si tratta di un album con una forte sperimentazione riguardo i suoni, curati da Stefano Tofi di tastiere e loop ritmici, e che segna l’ingresso del cantante Andrea Pieroni. Gli altri componenti sono quelli “storici”. Il fondatore fin da quel lontano 1975, polistrumentista Marco Pentiricci, poi alla batteria Sergio Sevadio, al basso Massimo Baracchi, alla chitarra elettrica Luca Castellani e a quella acustica e eletttrica 6 e 12 corde Riccardo Regi.

La copetina dell’ultimo album di ESM

E’ arrivato il momento…

“Per i musicisti il Frontone e il Frontone – premette ESM – . Qui abbiamo visto memorabili concerti di Umbria Jazz e con l’Umbria che Spacca è entrato a pieno titolo anche il rock. La nostra band è formata da perugini e dunque, stasera, entriamo dentro il Giardino della musica della nostra città con molta emozione e un pizzico di orgoglio”.

Ci anticipate qualcosa del concerto di stasera?

“E’ diviso in due parti. Nella prima presenteremo interamente i dieci brani del nuovo album. La  seconda, sarà una festa allargata. Sul palco saliranno altri artisti e musicisti: Cecilia Berioli, anima di Umbria Esemble, Gabriele Russo e Goffredo degli Esposti di Micrologus. Ci sarà una parte recitata da Beatrice Ripoli, direttore artistico di Fontemaggiore e una piccola, grande sorpesa che, in quanto tale, non possiamo svelare”.

Un momento delle prove di ESM in vista del concerto con Cecilia Berioli, Gabriele Russo e Goffredo degli Esposti

Chi è KIM?

“I nostri dischi hanno tutti una caratteristica: sono concept album, tutti riferiti a un personaggio attorno al  quale prende corpo la storia e, dunque, la musica. Alder è un pescatore.

Febo è un ragazzo americano della generazione Y che fa un viaggio in Italia.

Talsete di Marsantino archivista che dopo tanto studio e il suo sistematico incasellare il sapere, decide di metterlo a frutto vivendo il mondo.

ESM #40 è di fatto Talsete in versione acustica.

Si tratta di personaggi inventati, interamente di fantasia. Kim, invece è un fatto di cronaca.

Kim Suozzi è una ragazza americana realmente esistita, morta a 23 anni per un tumore al cervello, di cui il New York Times ha seguito gli ultimi mesi di vita e la scelta di farsi crioconservare. Questa ragazza aprì un crowdfunding per essere ibernata. Di crionica, infatti, si occupava un suo zio e dunque aveva piena contezza di ciò che avrebbe affrontato. Ora si trova dentro un tewar, un apposito contenitore, a –196 °C. Peraltro si sta sviluppando un’alternativa in cui, mantenendo i corpi a – 140 °C sotto zero, si verificherebbero guasti minori al corpo e alle sue parti”.

Alla “vostra” KIM cosa accade?

“I brani prendono spunti immaginari sul filone dell’eterno conflitto tra scienza e religione: dal paganesimo incarnato dalla dea sumera Inanna, al darwinismo, dalla visione cattolica del monaco Pierre Teillard de Chardin, al positivismo e naturalismo fino al transumanesimo con alla base l’eterno interrogativo sul limite al quale tendere e fino a che punto lo si può perseguire. Su tutto, impera la speranza. E’ cantata attraverso la percezione dei tanti sensi di un amore raro come quello che abbiamo immaginato potesse provare Kim per i suoi genitori, per il suo fidanzato, per i ricordi da portare con sé chissa dove (tra questi c’è anche il Guardiano del cielo Peter Gabriel ‘citato musicalmente’ nel brano ‘Gocce’ , desiderato da ESM e non sappiamo se da Kim ndr.), per la vita”.

La copertina?

“E’ una fotografia che ha ci ha regalato Franco Prevignano che introduce il clima e i riveberi della storia. Fotografa perfettamente, per l’appunto, l’ambientazione della narrazione. Peraltro  L’Estate di san Martino è un po’ figlia di Prevignano sperché, oltre ad essere un notissimo professionista e un vero artista, è stato colui grazie al quale è iniziata l’avvetura di ESM. Ci fece partecipare ad un concorso che RCA lanciò alla fine degli anni Settanta con le radio private in ambito nazionale e Franco era a Radio Aut, l’emittente di Giancarlo Guardabassi. Vincemmo la selezione per l’Umbria e andammo in finale a Capri. Così uscì il 45 giri Il bimbo e l’eroe”.

Torniamo al concerto. Gli ospiti?

“Apriremo con la sorpresa di cui parlavamo prima e poi Beatrice Ripoli introdurrà la seconda parte e i  brani di Talsete di Marsantino, seguiranno altri pezzi dagli altri album. Cecilia Berioli con il suo violoncello e assieme a Micrologus ne suonerà con noi tre”.

 Micrologus, lunga storia questa…

“Due amici carissimi e bravissimi: Gabriele Russo e Goffredo degli Esposti. Il legame con loro è datato e saldo: ci accomuna infatti il ricordo di Adolfo Broegg che oltre ad aver fondato con loro Micrologus, ha suonato la chitarra conESM. Tra l’altro Gabriele e Goffredo hanno suonato in tre dei nostri dischi. E aproposito di amici, al mixer ci sono Aldo Contini, ovvero la garanzia del suono fatta persona, e Mauro Formica che per anni ha fatto parte di ESM prima che con il suo basso si dirigesse verso Roma per andare a Radio Due Social Club con Luca Barbarossa”.

Avete sempre prestato attenzione, nei vostri concerti, alle immagini perché immaginifica è la vostra musica. Stavolta?

“Non possiamo svelare più di tanto perché sarà una mezza sorpresa anche per noi. Ad accompagnare i nostri brani ci sarà il progetto video creato da EventBy di Leonardo Papini e Andrea Porcù, esperti di metaverso e di tutto il mondo che questa nuova dimensione mediatica comporta. Ci siamo conosciuti poco più di un mese fa ma da subito si è istaurato un rapporto che potremmo dire magico: oltre alla loro competenza, si tratta di professionisti di grande sensibilità e inventiva. A loro è piacita l’idea di Kim e ci si sono messi a lavorare nonostante i tempi strettissimi. Vorremmo affidare loro il video di Caleidoscopio. Chissà…”

Il concerto è gratuito per vostra esplicita volontà.

“Premesso che dobbiamo dire grazie a Trasimeno Prog che ci ha inseiti nel programma di questa terza edizione e che ci sta supportando in tutto, volevamo regalare un concerto alla nostra città. Ne abbiamo parlato prima con Massimo Sordi presidente dell’associazione Trasimeno Prog e poi con il Comune di Perugia.  L’assessore alla Cultura, Leonardo Varasano, ha sposato da subito il progetto che è stato inserito nel cartellone di Destate la Notte, assicurandoci il palco e un contributo. Tra l’altro dobbiamo ringraziare tutte le collaboratrici e i collaboratori dell’Assessorato perché sono stati accanto a noi in ogni monento. A livello istituzionale hanno fatto la loro parte Matteo Burico, sindaco di Castiglione del Lago, e la Provincia di Perugia che ci ha accolti per la conferenza stampa di presentazione. Grazie, ovviamente e soprattutto, agli sponsor che hanno consentito di organizzare gratuitamente questa serata: A.D. MOTORRAD Perugia, Studiogusto, Carrozzeria Casaglia, EventBy e poi Piano Solo, la Scuola di musica di Alessandro Deledda. Grazie infine a Beatrice Ripoli e a Fontemaggiore e ai  Cinegatti, ovvero Mauro e Mirco Gatti, che ci hanno supportato nell’allestimento del concerto e una … solidale ospitalità”.

Che dire di altro?

“Buon concerto a chi stasera vorrà trascorrere una serata di musica”.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com