Ad Assisi venti giornalisti delle più importanti testate giornalistiche britanniche

ASSISI – The Times, The Telegraph, Daily Mail, The Mail on Sunday alla scoperta di Assisi. Il gruppo è stato accompagnato da Gabriele Finaldi, direttore della National Gallery. Un viaggio per conoscere e approfondire i luoghi di francescani, in vista della mostra sulla figura di San Francesco, attraverso sette secoli di storia dell’arte, che si terrà proprio alla National Gallery da maggio a luglio prossimi.

 

Oltre a visitare i principali luoghi simbolo di Assisi, gli operatori dell’informazione inglese hanno voluto scoprire anche il ricco patrimonio artistico e culturale della città, a cominciare dal Foro Romano e dalle due Domus romane, guidati da Giulio Proietti Bocchini, direttore dei Musei civici. Il gruppo – molto colpito dalle origini romane di Assisi e dalla perfetta conservazione degli ambienti e dei reperti – è stato quindi accolto nella sala consiliare del Comune dal sindaco Stefania Proietti e dall’assessore alla Cultura Veronica Cavallucci, che hanno illustrato la candidatura della città al titolo di Capitale italiana della Cultura 2025. Un progetto che si fonda sui temi chiave del Cantico della Creature di San Francesco e che si sviluppa ponendo Assisi, il suo spirito e le sue bellezze naturali al centro di un percorso teso a promuovere un nuovo umanesimo”.

Sul Cantico di Frate Sole che nel 2025 compie ottocento anni e sui valori universali che contiene il sindaco ha spiegato: “Abbiamo imbastito la nostra candidatura a Capitale italiana della Cultura. Siamo tra le dieci città finaliste, il nostro slogan è ‘Creature e Creatori’ e vogliamo proporci come capitale di valori, mettendo al centro il nostro patrimonio artistico, architettonico, ambientale e culturale unico e unificante, con il Subasio che avrà un ruolo da protagonista”.

Incuriositi dal progetto, dalle risorse del monte Subasio e dalle peculiarità della città, i giornalisti inglesi hanno rivolto numerose domande al primo cittadino, legate in particolare all’organizzazione dei flussi turistici della città, che da sola raccoglie più del 25 per cento del turismo di tutta l’Umbria.

Il direttore della National Gallery, al termine dell’incontro, ha voluto esprimere il proprio “sostegno” alla candidatura di Assisi a Capitale italiana della Cultura 2025: “Assisi – ha detto – è una città bella, storica, accogliente, che ha da dire cose per tutta l’umanità. Mi sembra che la candidatura sia molto potente, forte. Assisi ha un carattere universale, tutti la conoscono ed in più ha un messaggio di pace e di cultura che parla a tutta l’umanità: all my best to Assisi, horray for Assisi”.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com