Assisi: l’invenzione del presepio celebrato dalla mostra “Spatium lucis”

ASSISI “Spatium lucis” si preannuncia come una mostra davvero particolare perché proporrà opere di nove artisti contemporanei che interpretano la luce come “spazio” di rinascita, con riferimenti diretti all’immagine di san Francesco, al Presepe e alla Natività, attraverso un’interpretazione astratta del tema che va dalla pittura alla  scultura fino a installazioni e video.

L’allestimento è organizzato dall’associazione La Casa degli Artisti di Perugia e curato da Andrea Baffoni ad Assisi a Palazzo Bonacquisti. L’inaugurazione è fissata per il 7 dicembre alle ore 17, e fino al 7 gennaio, con la partecipazione del maestro Giulio Castrica e della Compagnia In.

“Proprio attraverso un tunnel di luce – si legge nella nota stampa di presentazione –  l’installazione di Roberto Sportellini, il visitatore entra nella mostra, come si trattasse di un passaggio in un’altra dimensione. Ci si trova così dinanzi all’immagine di san Francesco, e all’interpretazione del Presepio, con le opere dello scultore gardenese Filip Moroder Doss. Si prosegue poi nelle quattro sale con i grandi dipinti astratti di Lauretta Barcaroli, Valentina Angeli, Carlo Carnevali e Fausto Minestrini. Luce come metafora, simbolo, riferimento al sacro e all’interpretazione spirituale della vita, un filo conduttore che dall’inizio alla fine accompagna gli spettatori anche attraverso le sculture di Armando Moriconi e del marchigiano Sandro Piermarini. Il percorso si completa con l’opera del videoartista Aino, un ritmo di elementi astratti che fluttuano come onde luminose in un universo elettronico, simbolo dell’epoca artificiale in cui sempre più sta andando la società”.

****************

La mostra è visitabile a ingresso libero giovedì e venerdì 14.30/18.30; sabato e domenica 11.30/18.30.

Info: 3462206224 – 3485275776

www.lacasadegliartistidiperugia.it

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com