Da sabato in mostra a Deruta “La Forma del Vuoto” di Stefano Borgia del Casale

DERUTA – Vieni a scoprire le opere di Stefano Borgia del Casale nella sua mostra personale dal titolo “La Forma del Vuoto” a cura di Antonella Pesola. Un’esplorazione unica di forme e spazi, a proposito di questa nuova mostra l’artista scrive: Quando dell’aria senti la carezza e la luce del sole scolpisce le cose….quando riesci ad ascoltarti, finalmente vuoto, ma teso a sentire, allora la pennellata diventa arte, essa appartiene a quell’essere che è in te e che non sempre riesci a trovare. Essa è respiro…..silenzio. La luce nei colori, i colori nella luce, qualcosa di invisibile è presente nel vuoto e la nostra emozione prende forma.

La mostra sarà accompagnata da una pubblicazione freemocco edizioni, arricchita dal testo di Antonella Pesola, che approfondisce ulteriormente il lavoro dell’artista che verrà presentata il 17 marzo 2024 in occasione del finissage dell’esposizione. Non perdere l’inaugurazione il 2 marzo alle 18:30 presso Il Granaio, Piazza Cavour 1, Deruta. L’ingresso è gratuito, per ulteriori informazioni, contattaci via email all’indirizzo info@freemocco.com o telefonicamente al 3491339086.

 

Stefano Borgia nasce a Terni nel 1949, dove inizia la sua attività artistica presso lo studio del nonno Giovanni professore di Disegno Navale. La prima mostra ufficiale avviene al Palazzo dei Priori nel 1980, da allora ha effettuato diverse personali e collettive. Ha frequentato il corso di nudo presso l’Accademia di Perugia con il prof. Bruno Orfei. Nel 2000 ha organizzato alla Rocca Paolina di Perugia la mostra dedicata a Giordano Bruno dal titolo “Ombre delle Idee”. Accademico di merito della Accademia di Belle Arti di Perugia, diverse testate giornalistiche si sono occupate di lui, compresa la Rai. Dal 1980 al 1999 si dedica allo studio dei colori ad acqua, poi la sua ricerca materica lo porta all’uso del collage, della vernice e smalti, fino ad installazioni con scale, scatole, ferro, rame, cristallo, terra, pietre. Approfondisce il rapporto tra la materia, il suo diluente e i tempi di essiccazione. Talora accompagna le sue mostre con scritti personali trasformandole in piccoli eventi dove intervengono musica, filosofia, mimo, danza come a Spello nell’anno 2004 con l’installazione “Utopia” presso l’Associazione Wunderkammern e la personale “L’Altalena dell’Anima” a Villa Fidelia, patrocinata dalla Provincia di Perugia presentata dal concerto del Professor Fernando Grillo al contrabbasso solista. Interessante e significativa la sua mostra ad ottobre 2005 presso la Casa Editrice Volumnia intitolata “ Contaminazioni”. In particolar modo interessato all’animismo africano, segue una ricerca di sintesi attraverso un percorso iniziatico personale, dal quale scaturiscono in modo robusto due segni che si ripetono nella sua figurazione geometrica e non, il ramo nella sua biforcazione ad Y e un quadrato dentro ad un altro quadrato. Pratica il Tango Argentino al quale ha dedicato la sua mostra dal titolo “Fuori Asse”.

 

Titolo: Stefano Borgia del Casale – la forma del vuoto, a cura di Antonella Pesola. 02/17 marzo 2024

Evento: mostra personale

Pubblicazione: Stefano Borgia del Casale – la forma del vuoto con un testo di Antonella Pesola. freemocco edizioni

Periodo: dal 2 al 17 marzo 2024

Inaugurazione: 2 marzo 2024 ore 18.30

Finissage: 17 marzo ore 18 presentazione del libro di mostra: Stefano Borgia del Casale – la forma del vuoto

Luogo: Il Granaio, Piazza Cavour 1, Deruta

Accesso: Ingresso è gratuito

Info: info@freemocco.com – tel: 3491339086

 

 

 

 

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com