Dal 24 al 26 maggio la rievocazione storica della Repubblica di Cospaia

SAN GIUSTINO – “Perpetua et firma libertas”, il claim con il quale la Repubblica di Cospaia si prepara a vivere tre giorni di festa dal 24 al 26 maggio nella piccola frazione del comune di San Giustino fra trekking, performance teatrali, danza, artisti di strada, rievocazioni, musica e sapori della filiera corta.

IL PROGRAMMA

Venerdì 24 maggio: alle 21, al Museo storico e scientifico del tabacco di San Giustino si terrà il “Gran concerto per la pace e la libertà”, a cura del Coro Piccoli Cantori del Millennio, al Museo Storico e Scientifico del Tabacco di San Giustino.

Sabato 25 maggio: nel centro storico, mercatino del contrabbando, a cura della Scuola primaria “Gianni Rodari” di Cospaia, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, e stand di sigari e pipe, ricordando la coltivazione dell’Erba tornabuona, dalle ore 10 alle 19. Dalle 11 alle 19, esibizioni di artisti di strada, Chien Barbu Mal Rasé. Dalle 15 alle 19, figuranti in costumi d’epoca, a cura dell’associazione culturale “Le Terre di Plinio” e Acli Celalba; alle ore 16, Caccia al tesoro per bambini (accompagnati da adulti referenti), a cura del comitato di quartiere la Dogana, in collaborazione con Artea.

Domenica 26 maggio: ore 8.30, Trekking del contrabbandiere (prenotazioni: Elisa Corsini 333 4552384), ritrovo presso il Lago di Cospaia (consigliati calzature e abbigliamento adatti alla camminata); dalle 10 alle 19, Mercatino del contrabbando e stand di sigari e pipe, ricordando la coltivazione dell’Erba tornabuona; dalle 16 alle 19, nel centro storico, “Interviste impossibili a Cospaia”, performance teatrale dedicata all’antica Repubblica di Cospaia con interventi di danza, a cura di Raffaella Polchi, Catia Torrioli, Elisa Giovannini (su prenotazione solo via Whatsapp al 339 8747944); dalle 16 alle 19, Rievocazione in costumi d’epoca, a cura del Comitato di quartiere La Dogana; dalle 16 alle 19, show cooking e degustazione di prodotti tipici a cura dell’istituto istruzione superiore Patrizi – Baldelli – Cavallotti di Città di Castello.

LA MONETA DI LEGNO

Durante i tre giorni, con il mercatino si tornerà a vivere all’epoca dei contrabbandieri. Per l’occasione, gli studenti della scuola primaria “Gianni Rodari” e l’associazione socio ricreativa Altomare hanno coniato la moneta di legno che potrà essere utilizzata per lo scambio, tra gli stand del centro storico. Il bozzetto è stato presentato dagli stessi studenti, che per l’occasione hanno mostrato le fasi del lavoro. Preziosa e professionale anche la collaborazione dell’Istituto di istruzione superiore Patrizi-Baldelli-Cavallotti che da anni supporta le iniziative del Comune di San Giustino, e che per l’occasione sarà protagonista con i suoi allievi nello show cooking della giornata finale.

HANNO DETTO

L’appuntamento è stato presentato al Museo del tabacco di San Giustino. Ad intervenire, il sindaco, Paolo Fratini, l’assessore alla Cultura, Milena Crispoltoni, i rappresentanti delle associazioni Altomare, Artea, “Le Terre di Plinio”, Acli Celalba, del comitato di quartiere la Dogana, del Coro Piccoli Cantori del Millennio e gli studenti della scuola primaria “Gianni Rodari” e dell’istituto istruzione superiore Patrizi – Baldelli – Cavallotti di Città di Castello, con i dirigenti e gli insegnanti di riferimento.

Si avvicina l’importante appuntamento della rievocazione storica dell’antica Repubblica di Cospaia, un evento che merita di essere valorizzato e condiviso per la sua peculiarità. – ha sottolineato il sindaco Fratini – Si tratta di un piccolo lembo di terra che per circa 400 anni, dal 1441 al 1826 è stata di fatto Repubblica anarchica senza leggi, prigioni ed eserciti. Una terra magica che ha accolto la coltivazione della prima pianta di tabacco, risorsa che negli anni ha rappresentato la fortuna economica della Repubblica. Ogni volta, ascoltare la storia di questa gemma incastonata tra Umbria e Toscana, suscita enorme curiosità da parte di chi ascolta e la rievocazione che si terrà dal 24 al 26 maggio, farà rivivere con appuntamenti culturali ed enogastronomici tutto il fascino di questa magica terra che non deve essere dimenticata ma al contrario ricordata per l’importanza che ha rivestito nel nostro territorio”. Un evento frutto di un certosino lavoro dietro le quinte. “Siamo particolarmente soddisfatti del programma realizzato per questa ennesima rievocazione – ha evidenziato l’assessore Crispoltoni – una tre giorni con eventi, proposte culturali, enogastronomiche, con mercatini legati alla storia del tabacco, che a Cospaia è di casa. Ci sarà spazio anche per il teatro, la danza, la musica dal vivo, gli artisti di strada e il trekking. Stiamo lavorando da tempo per poter continuare a rilanciare Cospaia, la sua storia del tutto unica e particolare, perché come Comune teniamo davvero affinché sia conosciuta in tutta Italia, ma anche oltre confine. Ringraziamo tutte le associazioni, sia del territorio che di fuori, per il loro prezioso contributo, così anche la scuola primaria “Gianni Rodari” e l’istituto istruzione superiore Patrizi – Baldelli – Cavallotti di Città di Castello, e i loro dirigenti, per la sempre fattiva collaborazione”.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com