Cerca
Close this search box.

Encuentro 2024 tra bilanci e ringraziamenti: “E’ stata l’edizione più folle e la più spericolata”

PERUGIA – Sulla pagina Facebook di Encuentro è stato pubblicato il bilancio degli organizzatori della rassegna tradizionalemnte dedicata alla letteratura ispano-americana. Ecco i contenuti essenziali.
“Sono passate due settimane dalla fine di Encuentro, e per l’edizione 2024 è tempo di bilanci. Cominciamo col dire che è stata la più folle e la più spericolata delle undici storie che abbiamo scritto dal 2014.
Come tutti gli anni – spiegano gli organizzatori – siamo partiti con un bilancio risicato sul quale a poche settimane dall’inizio del festival è calata la mannaia del rifiuto, da parte di Fondazione Perugia, di concederci il contributo che sempre ci aveva riconosciuto. A quel punto abbiamo considerato l’ipotesi di rinunciare a fare il festival, poi ci siamo guardati in faccia ed abbiamo deciso che no, non potevamo arrenderci, non dopo tutta la fatica che avevamo fatto per costruire gli eventi, e soprattutto perchè non era giusto per chi in Encuentro ci crede. E lo abbiamo fatto, questo festival, più bello e partecipato che mai, con Ranucci, Arpaia, Robecchi, Suad Amiri, Ada Colau e tanti altri.
Se ci siamo riusciti  è grazie anche  a chi ci ha sostenuto economicamente: grazie in primis al Comune di Castiglione del Lago, imprescindibile per la sopravvivenza del festival, e poi allo studio legale Dozzini (se il cognome vi è familiare non è un caso), che si occupa anche di calcio internazionale, ad Arci, Istituto Cervantes di Roma, Fattoria Creativa, Spi Cgil, Banca Centro. Appuntamento al 2025, quando, speriamo, per Perugia e per l’Umbria intera sarà iniziata una stagione di rinascita.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com