I solisti Aquilani stasera a Terni con il re dei violinisti zigani Roby Lakatos

TERNI – Stasera, giovedì 29 giugno, all’Anfiteatro Romano di Terni concerto dell’ensemble “I solisti Aquilani” assieme al re dei violinisti zigani Roby Lakatos. Il virtuoso delle quattro corde, vista la sua abilità e preparazione, sa integrarsi abilmente in contesti orchestrali, come è già avvenuto con la Gelders Orkest e la Pannon Philharmonic.

Nell’attesissimo concerto di Terni si unirà questa volta ad una formazione d’archi affiancata da una gipsy band, quest’ultima composta da due violini, chitarra, piano, cimbalom e contrabasso. Un repertorio che, sebbene non coincida alle radici musicali dei due organici, offrirà un originalissimo confronto e reciproca ispirazione, dal momento che nella stessa personalità di Lakatos convergono molteplici tradizioni, condite da un’attitudine all’improvvisazione e da una sensibilità eclettica postmoderna. Si ascolterà, dunque, una versione del celebre Volo del calabrone di Rimski-Korsakov, accanto a un tango di Piazzolla, e alle celebri danze ungheresi (o per meglio dire zigane) composte da Brahms.

Per quanto riguarda “I Solisti Aquilani” si costituiscono nel 1968 sotto la guida di Vittorio Antonellini. Il loro repertorio spazia dalla musica barocca a qella contemporanea. Hanno tenuto tournée in tutto il mondo. Nel 2019 sono stati ospiti a Bruxelles, nella sede del Parlamento Europeo, e a Roma, a Palazzo Montecitorio, con il progetto “Una nuova stagione”, interpretazione in chiave ambientalista delle Quattro Stagioni di Vivaldi. Nel corso degli anni hanno realizzato prime esecuzioni assolute di composizioni commissionate ad Alessandro Solbiati, Ennio Morricone, Marco Tutino, Marcello Panni, Fabio Vacchi, Ivan Fedele, Nicola Campogrande, Roman Vlad, Marco Di Bari, Silvia Colasanti, Stefano Taglietti, Matteo D’Amico, Carlo Boccadoro, Fabio Massimo Capogrosso, Carlo Galante, Roberta Vacca, Mauro Cardi, Francesco Antonioni, Gianvincenzo Cresta. Dal 2013 la direzione artistica è affidata a Maurizio Cocciolito. Daniele Orlando è il violino di spalla.[/TESTO]
Nel maggio del 2022 sono stati di nuovo invitati ad esibirsi nel Salone dei Corazzieri in occasione della visita di stato del Presidente della Repubblica dell’Algeria.

****************

Promosso e realizzato grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni e curato dall’Associazione Visioninmusica con la direzione artistica di Silvia Alunni, il concerto è in programma alle ore 21.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com