“L’aggressività non è un pregio”

Riceviamo e pubblichiamo la riflessione che ci è arrivata in redazione di Vanni Capoccia riguardo il concetto di aggressività in rapporto alla donna desunto dall’interpretazione di un intervento del popolarissimo storico Alessandro Barbero.
****************
L’aggressività non è un pregio
di Vanni Capoccia
“È possibile che in media, le donne manchino di quella aggressività, spavalderia e sicurezza di sé che aiutano ad affermarsi?” si è chiesto lo storico Alessandro Barbero per spiegare perché le donne restino indietro rispetto agli uomini nella corsa al potere.
Seguitando con un: “Vale la pena di chiedersi se non ci siano differenze strutturali fra uomo e donna?”.
Facendo intendere che l’aggressività sia un pregio.
Una qualità positiva, connaturata nell’uomo della quale le donne sono prive. Come se l’educazione e gli esempi ricevuti in famiglia, le cose sentite vissute e viste nel percorso della vita contino poco o nulla.
Invece dovrebbe essere esattamente il contrario in una società sana e solidale: l’aggressività – fisica e verbale – è un grave, pericoloso, dannoso difetto.
Chi ne è dotato dovrebbe essere aiutato a contenerla e a diventare consapevole di questo difetto non indicato come persona, uomo o donna che sia, adatto alla corsa per il potere.
Anzi, quella al potere non dovrebbe essere per niente una corsa aggressiva. La storia passata e presente e i fatti della vita quotidiana offrono infiniti esempi del perché.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com