Le novità nella sala buia: "Figli" e "1917"

Figli_ e _1917

FIGLI

Tra le nuove uscite in sala questo week end abbiamo la commedia “Figli” di Giuseppe Bonito con Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea, ultima sceneggiatura di Mattia Torre, autore di Boris.
 
Figli-locandina
 
Nicola e Sara, insieme alla loro bambina di sei anni conducono una vita felice che con l’arrivo inaspettato del secondo figlio verrà travolta nella propria quotidianità.
I personaggi si trovano a vivere un turbinio di emozioni altalenanti, dalla felicità allo sconforto dovuto alla messa in discussione della propria capacità genitoriale e il loro rapporto di coppia.
Intorno ai due protagonisti in piccoli ruoli troviamo una moltitudine di attori che hanno lavorato con Torre, da Valerio Arpea ad Andrea Sartoretti.
Un film caustico e insieme tenero che ci lascia appesi in un limbo in attesa di ritrovare un equilibrio perso.
 
 

1917

Il secondo film è “1917” di Sam Mendes, con i giovani George MacKay e Dean-Charles Chapman,  appena premiato al Golden Globes.
A un anno dalla fine della Guerra sul fronte occidentale il film è il racconto di una missione follemente suicida affidata a due caporali inglesi, Blake e Schofield, che dovranno attraversare le linee nemiche per consegnare il messaggio dal quale potrebbe dipendere la vita di oltre 1.500 uomini destinati a cadere sotto i colpi di un agguato dei tedeschi.
 

 
L’effetto che ci fornisce è quello di una corsa contro il tempo e ci porta a pensare che il film sia stato girato in un lungo piano sequenza, dando la sensazione di vivere il conflitto interiormente, quasi in soggettiva.
Il problema, però, è che dopo 120 minuti di film hai l’impressione di trovarti dentro un videogioco.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com