Musica e libri in programma per gli Amici della musica di Foligno

FOLIGNO – Nuove proposte nel cartellone degli Amici della Musica di Foligno con la mini rassegna Musica tra le righe, un’originale formula che affiancherà la musica dal vivo alla presentazione di importanti libri di recente uscita.

Musicisti, musicologi e storici della musica saranno gli attesi protagonisti di eventi pomeridiani accolti alle ore 18 all’Auditorium San Domenico quando scrittura e musica intrecceranno le loro storie a partire da venerdì 2 dicembre con la presentazione del volume Le ultime produzioni pianistiche di Aleksandr Skrjabin (Zecchini 2021) di Alessandro Bistarelli nella duplice veste di autore e pianista – musica di Skrjabin -. Con lui il musicologo Stefano Ragni che percorrerà le pagine di una pubblicazione che analizza la figura del grande compositore russo da differenti angolazioni: un mosaico che lega gli aspetti estetici, storici e linguistici della produzione musicale a quelli filosofico esistenziali.

Fresca di stampa per i tipi dell’Einaudi (2022) la preziosa opera del musicologo e giornalista Sandro Cappelletto Ludwig van Beethoven. Il Testamento di Heiligenstadt e Quaderni di conversazione. Dei famosi Quaderni presentati per la prima volta in versione italiana nell’intero arco della loro durata, si parlerà martedì 6 dicembre dallo stesso autore e dal musicologo Guido Salvetti, con la musica di Ludwig van Beethoven affidata al pianoforte di Francesco Prode. Parole e sofferenza condurranno accanto a Beethoven. “L’arte, soltanto lei mi ha trattenuto” scriverà trentenne. Sarà il momento in cui Beethoven intuirà che la sua sordità sarà per sempre. In un momento di disperazione scrive una lettera che non spedirà mai, il Testamento di Heiligenstadt. È un lucido esercizio di autoanalisi, che gli permette di superare le pulsioni autodistruttive. Negli ultimi dieci anni di vita, il solo modo per comunicare con lui era scrivere ogni cosa su taccuini dai quali mai si separa. Ne rimangono 139, sono i Quaderni di conversazione, il materiale biografico più intimo.

Terzo e ultimo concerto-presentazione, venerdì 9 dicembre, siglerà una collaborazione con Young Jazz Festival con la musica di Herbie Hancock e il pianista Manuel Magrini che suonerà anche pezzi di sua composizione. Le pagine saranno invece quelle dedicate a uno dei nomi cult della produzione mondiale di pianoforti: Pianoforti Fazioli. Dal sogno al suono (Rizzoli 2021), volume curato da Sandro Cappelletto che interverrà alla presentazione Insieme a Paolo Fazioli, imprenditore e fondatore Fazioli Pianoforti Spa. Il libro ricostruisce la storia di Paolo Fazioli che, mosso da incrollabile passione e determinazione ha realizzato il suo sogno di costruire pianoforti. L’affascinante percorso, intessuto di aneddoti e racconti, di incontri e ricordi preziosi, è accompagnato da innumerevoli immagini e arricchito dai vividi contributi degli amici artisti.

Per ciascun appuntamento il biglietto è di 5 euro. (www.amicimusicafoligno.it)

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com