Cerca
Close this search box.

“Ne SAI abbastanza” a Foligno per conoscere il mondo della migrazione e dell’accoglienza

FOLIGNO – Anche quest’anno torna la Giornata Mondiale del Rifugiato e i progetti della rete SAI (Sistema Accoglienza e Integrazione) in Umbria stanno promuovendo iniziative di sensibilizzazione e di promozione locale cruciali per informare il pubblico. Secondo gli ultimi dati Istat, in Umbria sono 3 199 in totale le richieste di asilo pervenute per motivi umanitari.

 

Ma chi sono i ‘rifugiati’?

 

A definire il loro status è l’articolo 1A della Convenzione di Ginevra del 1951. Qui leggiamo che il rifugiato è colui “che temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale o per le sue opinioni politiche, si trova fuori del Paese di cui è cittadino e non può o non vuole, a causa di questo timore, avvalersi della protezione di questo Paese; oppure che, non avendo cittadinanza e trovandosi fuori del Paese in cui aveva residenza abituale a seguito di tali avvenimenti, non può o non vuole tornarvi per il timore di cui sopra”.

 

 

La Giornata Mondiale del Rifugiato è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2001 per commemorare l’approvazione della Convenzione sullo status di Rifugiato del 1951 e per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle sfide ancora connesse a chi gode di questo status. Secondo i dati delle Nazioni Unite sono oltre 114 milioni le persone in fuga da guerre, persecuzioni e violenza a livello globale, almeno 1 persona ogni 73 (dati Unhcr).

 

Una categoria molto delicata dunque, che grazie all’impegno della Nazioni Unite e degli accordi internazionali, viene protetta e inserita in progetti di accoglienza su tutto il territorio nazionale. Le Giornate Mondiali del Rifugiato avranno luogo in giorni differenti ma il 20 giugno si inizierà a Foligno, con l’evento “Ne SAI abbastanza?”, evento gratuito e aperto a tutti gli interessati fino a esaurimento posti.

 

Si terrà giovedì 20 giugno presso lo spazio Zut in corso Cavour l’appuntamento folignate della Giornata Mondiale del Rifugiato organizzato dal progetto “S.A.I.” (Sistema Accoglienza Integrazione) del Comune di Foligno e dagli enti che lo implementano sul territorio: Arci Solidarietà Ora D’Aria, Cidis Impresa Sociale Ets e Fondazione Arca del Mediterraneo Ets.

 

Un evento cardine per le associazioni del Terzo Settore, che vedrà un programma ricco di spunti e testimonianze sul mondo della migrazione e dell’accoglienza.

 

Si parte alle ore 18 con Luca Giommoni, scrittore e operatore dell’accoglienza, e il suo “Il Rosso e il Blu. Una comune favola di migrazione” (Effequ edizioni, 2021): romanzo pluripremiato che racconta con realismo e senza disincanto storie, normative e sfide di chi cerca rifugio in Italia. Si continua con il dibattito “Ne SAI abbastanza? Chiacchiere e numeri del progetto SAI” con gli operatori del progetto SAI, finanziato dal Ministero dell’Interno e che ha visto Foligno raggiungere risultati di eccellenza nell’integrazione. La serata si concluderà con dj set con musica dal mondo e un buffet gratuito sotto le Logge.

 

 

Un’occasione unica per conoscere da vicino i progetti dell’accoglienza presenti nella nostra regione e porre domande agli operatori che ogni giorno si confrontano con una realtà sociale così unica, favorendo l’integrazione e la promozione delle pari opportunità per i migranti e per i rifugiati.

 

 

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com