PerSo, i vincitori: nella categoria Umbria in Celluloide vince “Promenade Sciarrino” di Marco Del Buono

PERUGIA – Vince il colombiano Del otro lado di Iván Guarnizo il PerSo – Perugia Social Film Festival 2022, il premio più importante dell’ottava edizione del Festival internazionale di cinema documentario, riservato alle opere in anteprima assoluta in Italia.

La giuria ufficiale dell’Award, composta da Angelo Loy, cineasta autore di documentari narrativi a tema sociale; Aline Hervé, montatrice, ha firmato il montaggio di opere di Pietro Marcello, Giovanni Cioni, Paolo Pisanelli, Caterina Borelli, Federica Di Giacomo e Ivelise Perniola, docente universitaria, co-direttrice della rivista Agalma, tra i maggiori studiosi italiani di cinema documentario, ha deciso di assegnare il premio per il miglior documentario 2022 all’opera prima del montatore Ivan Guarnizo, film di impegno per il perdono, la riconciliazione e la creazione di una nuova narrativa della recente storia colombiana, un Paese devastato dalla violenza di una guerra di oltre cinquant’anni. La madre del regista Iván Guarnizo è stata rapita per 603 giorni nella giungla colombiana fino al suo rilascio nel 2004. Attraverso i ricordi familiari e il diario in cui la madre ha registrato gli eventi e le emozioni che ha vissuto durante la sua prigionia, il film esplora questa tragedia come un “fuori campo” nelle vite della sua famiglia che doveva essere recuperato. Progettato come un road movie, il film è anche una ricerca di uno dei principali rapitori della madre, Güérima. Già vincitore di numerosi riconoscimenti, tra cui: Premio del Pubblico e menzione speciale della giuria al Festival de Malaga 2022; Premio Newcomers e Premio “Human Values Award of the Hellenic Parliament” al Thessaloniki Documentary Film Festival 2022; Premio del Pubblico e Premio miglior documentario a Cinélatino – 34es Reencontres de Toulouse; Candidato al Premio Goya.

Sempre nella categoria Award, Menzione speciale per Robin Bank di Anna Giralt (Spagna, 2022), la storia di un attivista catalano che tra il 2005 e il 2008 ha avuto accesso a prestiti da mezzo milione di euro che non ha mai rimborsato, usando, invece, i soldi per finanziare progetti sociali.

Il PerSo Agorà, premio del pubblico, è per Intensive life unit di Adéla Komrzý (Repubblica Ceca, 2021), documentario osservativo sul dipartimento di cure palliative dell’Ospedale Universitario di Praga. Una profonda riflessione sulla dignità e la qualità della vita nel fine vita e sul valore umano delle cure ospedaliere.

Adela Komrzy, regista di Intensive life unit

Menzione speciale della giuria al Karlovy Vary Film Festival 2021.

Gli altri film premiati

Categoria PerSo Cinema Italiano – Miglior Film: Los Zuluagas di Flavia Montini (Italia / Colombia, 2021).

Menzione speciale PerSo Cinema Italiano: Una claustrocinefilia di Alessandro Aniballi (Italia, 2022).

Premio La Settima Ora – Cinema per le scuole: Rue Garibaldi di Federico Francioni (Italia, 2021).

Menzione speciale La Settima Ora: Oltre le rive di Riccardo Del Cal (Italia, 2021).

PerSo Short Award – Concorso internazionale di cortometraggi documentari – va a Haulout di Evgenia Arbugaeva and Maxim Arbugaev, (Regno Unito, 2022)

Le detenute del Carcere di Perugia-Capanne premiano Água nas Guelras di Marco Schiavon, Portogallo.

Menzione speciale Perso Short Jail: Safari Njema (Buon Viaggio) di Guido Massimo Calanca e Daniele Vicari (Italia, 2021).

Umbria in Celluloide, concorso riservato a film sull’Umbria o di autori umbri, premia Promenade Sciarrino di Marco Del Buono, nella foto di copertina, (Italia, 2022).

 

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com