Perugia, aperture ragionate dei cinema in attesa dell’estate e delle proiezioni all’aperto

PERUGIA – Film sì, ma d’estate e all’aperto. Questa la linea sposata dai cinema perugini. Mirco Gatti che con Cinegatti gestisce Méliès e Sant’Angelo è cauto in relazione al fatto che ancora c’è da vedere quale sarà l’andamento della pandemia e per il momento ipotizza la proiezione di uno spettacolo unico giornaliero peraltro da scegliere in un momento in cui, escluse le uscite in streaming, il mercato non offre più di tanto. Per quanto riguarda l’Arena del Frontone riaprirà entro metà giugno, come ogni anno. Il fatto di poter stare all’aperto e con un distanziamento già rodato lo scorso anno, rende la programmazione-organizzazione più agevole. Ivan Frenguelli, del PostModernissimo è propenso ad aprire con cautela e dopo riscontri evidenti sull’andamento della pandemia. La linea potrebbe essere quella di due spettacoli pomeridiani ma occorrerà vedere quando scatterà il coprifuoco per programmare l’orario della seconda proiezione. Il PostMod sarà impegnato comunque anche con le arene estive itineranti nella città e dovrebbe partire a giugno. Riccardo Bizzarri, dello Zenith, sta riflettendo sul che fare e pensa che la vera ripartenza sarà comunque quella estiva. inoltre vuole verificare quale sarà l’offerta dei titoli perché i distributori ragionano in ottica nazionale e senza una platea ampia non è detto che si muovano.

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com