Raffaella Giordano, liberi secondo Natura

PERUGIA – Liberi nel vedere e nel sentire vedendo. Nel seguire forme che si disegnano per un attimo utilizzando mani, viso, braccia, la leggerezza e la potenza al tempo stesso dei passi della danza.  Liberi nell’interpretare il messaggio del corpo che va in scena da solo mostrando se stesso, dunque.