San Mamiliano, la Pala di Jacopo Siculo “Raffaellista purissimo”

FERENTILLO – Il  Cavalcaselle,  l’accosta allo stesso Raffaello, apprezzando la testa di San Pietro “per disegno e ricchezza di toni, la tinta fusa con un buon impasto, alquanto ombreggiata con toni grigi”. Il Guardabassi la classificò come una delle migliori opere del Siculo ma non poté vederne la predella. Per il Cavalcaselle, il gruppo raffigurato […]

Da San Mamiliano fino a San Giovanni di Matterella meraviglie da scoprire

FERENTILLO – Un itinerario da scoprire e percorrere in gruppo o in solitaria,  in questo periodo autunnale con giornate assolate, e quello che dalla frazione di San Mamiliano discende per le Vaite per raggiungere Belvedere di Ancaiano, lambire la rocca di Ancaiano, Nicciano, Loreno, e tramite Gabbio per concludersi  a Ferentillo Matterella.

A Casperia il raffaellesco Siculo dipinse nel 1524 la sua prima pala d'altare

CASPERIA – Proseguendo la via dei raffaelleschi, nell’anno in cui si celebra il divin pittore, dopo aver ammirato la pala raffigurante  San Giuseppe avvertito dall’Angelo nella chiesa di San Brizio dell’ omonima frazione spoletina, questa volta andiamo nel reatino, esattamente a Casperia, un tempo Aspra, per ammirare nella chiesa di San Giovanni Battista il Battesimo