Unitre Orvieto inaugura un nuovo corso: “Cuori pulsanti” con Laura Ricci

ORVIETO – All’Università delle Tre Età di Orvieto un nuovo percorso didattico: “Cuori Pulsanti” che si occuperà di letteratura e personalità creative del XIX e XX secolo. Laura Ricci, scrittrice, traduttrice e giornalista, traccerà una panoramica del lavoro di tre grandi autrici europee dell’Ottocento e del primo Novecento e, al tempo stesso, il passaggio dalla forma romanzo tradizionale a quella moderna, sottolineando altresì come il genio sfugga a ogni rigido inquadramento nella propria epoca e preluda a forme e a elaborazioni di pensiero valide anche nella modernità.

“Cuori Pulsanti” è organizzato in collaborazione con la Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto, istituzione da sempre vicina alle iniziative Unitre, e si avvarrà del supporto tecnico-digitale di Engineering Digital Solutions, altro partner storico di Palazzo Simoncelli.

Nel primo incontro che aprirà il corso mercoledì 26 ottobre alle ore 16,30 nella Sala Unità d’Italia del Palazzo Municipale, sarà trattata la figura della scrittrice francese George Sand, una delle più prolifiche scrittrici delle letterature mondiali che, sebbene sia nota in Italia soprattutto per la sua vita anticonformista e la sua relazione con Frédéric Chopin, nella sua lunga carriera di scrittrice e giornalista ha dato alle stampe centinaia di titoli tra romanzi, racconti, articoli politici e di critica letteraria.

Nel secondo appuntamento, in programma a Palazzo Negroni mercoledì 9 novembre alle ore 1630, verrà analizzato il genio narrativo della scrittrice inglese Jane Austen, una delle autrici pi,ù celebri e a tutt’oggi più lette dell’ambito letterario mondiale. Attraverso il coinvolgente gioco narrativo dei suoi romanzi che, seppure specchio mirabile dell’Inghilterra dei primi anni dell’Ottocento e dei suoi mutamenti sociali, si slanciano per pensiero e stile nella modernità, Austen fondò un nuovo genere letterario di grande successo, il romanzo di formazione per giovani donne, e anticipò, con la sua brillante narrazione, temi che saranno ripresi dal pensiero femminista attuale.

Il terzo incontro, che sempre a Palazzo Negroni concluderà il ciclo alle ore 16,30 di mercoledì 23 novembre, verterà sulla grande scrittrice inglese Virginia Woolf, genio sensibile e originale che, insieme ad autori quali Proust, Musil, Joyce e Svevo, ha contribuito alla grande rivoluzione letteraria del Novecento coi suoi romanzi, con una preziosa attività editoriale e con un illuminante lavoro di critica letteraria.

Tutti gli incontri saranno arricchiti da selezionate letture, di cui saranno sensibili interpreti Ornella Cioni, Loretta Fuccello e Alberto Romizi, e da nuances musicali coordinate dal maestro Riccardo Cambri e che vedranno impegnati musicisti della Scuola Comunale di Musica “Adriano Casasole”.

Per informazioni: 3387323884 (cell), uni3-orvieto@alice.it (email).

Articoli correlati

Commenti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com