L’innovazione tecnologica in chirurgia: la stampa in 3D di 3DiFic

PERUGIA – L’Umbria è una terra di molte eccellenze: culturali, ambientali, gastronomiche, storiche e molto altro ma a prima vista non rinomata come terra di innovazione tecnologica. Eppure anche qui, esiste una piccola realtà, nata all’interno dell’Università di Perugia e unica a livello regionale, che ha fatto dell’innovazione la sua bandiera. Si tratta della 3DiFic, […]

Prescritta per la prima volta in Umbria la pillola anti-Covid

PERUGIA – È stata prescritta per la prima volta in Umbria, mercoledì 5 gennaio 2022, la pillola anti-Covid-19 Lagevrio (molnupiravir) presso la clinica di malattie infettive dell’ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia, diretta dalla professoressa Daniela Francisci; lo comunica l’assessore regionale alla salute e alle politiche sociali Luca Coletto.    “La paziente, selezionata secondo […]

“La vita nelle tue mani”. un’iniziativa per rendere Terni cardio-protetta

TERNI – Oggi, sabato 25 settembre, dalle 17 alle 23 piazza Duomo ospita “La vita nelle tue mani”. L’evento, che lo scorso anno coinvolse più di 7 000 persone, si inserisce nel percorso per rendere Terni città cardio protetta e è promosso nell’ambito del più ampio Progetto Vita Terni. I project manager sono Marisol Flores […]

Coronavirus: contagi zero, aumentano i guariti in Umbria

PERUGIA – Questi i dati al momento disponibili e aggiornati alle ore 8 di mercoledì 3 giugno: complessivamente 1.431 persone (invariato) in Umbria sono risultate positive al virus Covid-19, gli attualmente positivi sono 39 ( -5). I guariti sono 1316 (+ 5); risultano 8 clinicamente guariti (- 5); i deceduti sono 76 (invariato).

Coronavirus, gli animali non sono contagiosi. E' l'uomo che rischia di contagiarli

PERUGIA – Le città deserte e gli scenari dove la presenza dell’uomo si è fatta mano a mano meno invasiva, ha aperto finestre di visuale insolite ai nostri sguardi: gli uccelli che riconquistano spazi abbandonati, cavalli, cinghiali, cervi che si spingono sin dove mai sarebbero arrivati perché spaventati dai rumori dei centri abitati.