La Torta

La prima luna di primavera segna la Pasqua, Cristo risorge e noi ci liberiamo dal peso dell’inverno, andando incontro a tempi più miti e a vestiti più leggeri. La natura risponde ad un piano divino e riempie l’aria di colori e di profumi indescrivibili, gli animali si pasciono di sapori nuovi, le piante regalano fioriture […]

La Carbonara

Erano seduti una di fronte all’altro, la sala era stretta e scura; si brindava alla luna nuova. Lui non la guardava mai in viso, continuando a conversare amabilmente con gli altri come nulla stesse succedendo. Mentre sotto il tavolo stava per compiersi il loro unico atto carnale.

L'Epifania tutte le feste porta via

Vorrei essere Befana solo per assaggiare tutti i favolosi spuntini che le mamme, ieri sera, hanno lasciato in bella vista sulla tavola, vicino alle calze ancora vuote.

Buona fine e buon principio

La parola cenone di San Silvestro mi rimanda direttamente agli anni 70, quando ci penso mi vedo una sala da pranzo allestita con colori optical dove si aggirano personaggi dal look vistoso e sgargiante, serviti da camerieri con papillon e basette, che porgono agli ospiti Asti in coppe e zampone con lenticchie.

Buon Santo Stefano

Ogni 26, oramai da anni, siamo tutti a pranzo da una mia amica al lago Trasimeno e vi assicuro, non si tratta di un pranzo di avanzi natalizi. Il menù è sempre lo stesso ed è ben congegnato.

Ci siamo!

Ci siamo, è Natale, l’enfasi che ci ha accompagnato negli ultimi giorni, trova il suo picco in queste ore e, svanirà, come per magia, appena ci siederemo a tavola. Tutto sarà perfetto, o quasi: “Che spettacolo la galantina quest’anno!” “Mai come quella del 2001, ma la gelatina è fantastica”.

Apparecchiamo la tavola

Eccoci dopo tanto lavoro ci siamo, è il primo vero giorno di festa: il pesce è pronto per finire in forno, i cappelletti sono nel surgelatore, il brodo già borbotta, i dolci sono stati scelti e preparati con cura. È ora di occuparsi dell’allestimento della tavola.

Il cappone ripieno

Procuratevi un bel cappone, che sia stato allevato a terra e che sia stato castrato (ahimè) a mano. Dal vostro macellaio ve lo fate disossare, a meno che non siate in grado di farlo da soli: io non ci provo nemmeno.

Pandoro o panettone?

Alla fine del grande pranzo del 25 la diatriba è sempre la stessa: panettone o pandoro? Non amo i dolci, quindi preferisco indulgere su altre portate, ma questi due non possono restare fuori quando si parla di Natale.

Mezze lune, ceci e baccalà 

 La vigilia è pesce e in Umbria, come si sa, tradizionalmente il pesce di mare è baccalà. Oggi voglio darvi una ricetta per la cena della Vigilia, un primo piatto facile e sempre di grande effetto.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com